roma gospel festival 2016Torna anche quest'anno il Roma Gospel Festival, nel quale vengono ospitati alcuni dei migliori gruppi di spiritual e gospel provenienti dagli Stati Uniti. Nell’arco del festival vengono presentate le proposte più attuali di un genere musicale ormai consolidato e diffuso anche in Italia e in Europa, caratterizzate tutte da una profonda carica di gioiosa spiritualità. Il festival, diretto da Mario Ciampà, è giunto alla ventunesima edizione ed è ormai da anni un solido punto di riferimento pergli appassionati e i curiosi di questa particolare forma di blues, strettamente collegata alla più profonda devozione religiosa. Si rinnova inoltre la gioiosa tradizione dell’ultimo dell’anno in compagnia degli artisti.

 

(news da ticketone)

love bigliettiIl Chiostro del Bramante festeggia i suoi 20 anni di attività con una mostra dal carattere internazionale. Una novità assoluta e imperdibile nel panorama delle proposte culturali capitoline degli ultimi anni che si candida a riportare la città di Roma in linea agli stessi livelli delle più stimate realtà espositive internazionali. Per la prima volta saranno riuniti tra i più importanti artisti dell’arte contemporanea, come Yayoi Kusama, Tom Wesselmann, Andy Warhol, Robert Indiana, Gilbert& George, Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn, Francesco Clemente e Joana Vasconcelos, con opere dai linguaggi fortemente esperienziali (All the Eternal Love I Have for the Pumpkins della Kusama tra le più instagrammate al mondo) e adatte a coinvolgere il pubblico attraverso molteplici sollecitazioni. 

L'arte incontra l'amore.

L’esposizione romana intende affrontare uno dei sentimenti universalmente riconosciuti e da sempre motivo d’indagini e rappresentazioni, l’Amore, raccontandone le diverse sfaccettature e le sue infinite declinazioni. Un amore felice, atteso, incompreso, odiato, ambiguo, trasgressivo, infantile, che si snoda lungo un percorso espositivo non convenzionale, caratterizzato da input visivi e percettivi.

Love va oltre il concetto di museo.  

Il vero protagonista della mostra è il pubblico che si riappropria degli spazi espositivi, divenendo fruitore e divulgatore allo stesso tempo, avendo la possibilità di fotografare liberamente tutte le opere esposte (hashtag ufficiale #chiostrolove). Un coinvolgimento sensoriale a 360° caratterizza l’esperienza museale, abbracciando il concetto di ‘open access’ e di museo in continua evoluzione.  

Artisti presenti: Vanessa Beecroft, Francesco Clemente, Nathalie Djurberg e Hans Berg, Tracey Emin, Gilbert & George, Robert Indiana, Ragnar Kjartansson, Yayoi Kusama, Mark Manders, Ursula Mayer, Tracey Moffatt, Marc Quinn, Joana Vasconcelos, Francesco Vezzoli, Andy Warhol, Tom Wesselmann. 

Le date
Dal 29 settembre al 19 febbraio Roma, Chiostro del Bramante

Tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00  
Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)  

Aperture straordinarie
1 novembre 10.00 – 21.00
8 dicembre 10.00 – 21.00
24 dicembre 10.00 – 17.00
25 dicembre 16.00 – 22.00
26 dicembre 10.00 – 22.00
31 dicembre 10.00 – 18.00
1 gennaio 10.00 – 21.00
6 gennaio 10.00 – 22.00



Info ridotti
Hanno diritto al ridotto rispetto al prezzo intero del biglietto: 
persone con 65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; portatori di handicap 

(news da ticketone)

 

tattoo forever bigliettiLa mostra “Tattoo forever” vuole rendere omaggio a una delle forme grafiche più antiche dell’uomo. Il tatuaggio è stato celebrato recentemente da importanti rassegne a Parigi e Londra, come undicesima e acclamata espressione d’arte visiva contemporanea.

Un’accoglienza ormai dovuta dal mondo dell’arte, con cui ha dimostrato di avere una forte contaminazione. L’esposizione è il racconto di una storia, dall’epoca primitiva ai nostri giorni, considerandone gli aspetti sociali ed estetici, dalle descrizioni contenute nei libri di viaggio di Marco Polo fino alle rappresentazioni pittoriche di Pablo Picasso. Un viaggio attraverso la storia e la cultura dell’arte del tatuaggio come forma espressiva oramai socialmente accettata. Il Tattoo come simbolo delle nuove generazioni che lo interpretano e lo vivono come strumento di seduzione, di trasgressività; un moderno linguaggio universale per esprimere una creatività colta, ostinata, attenta a cogliere con sensibilità le inquietudini che agitano la continua evoluzione di un mondo sempre sospeso tra ragione e passione.

Ma anche un richiamo ancestrale che proviene dall’inconscio e che tramuta le emozioni in indecifrabili segni e grafie, che si trasformano in compagni di quel misterioso viaggio che è la vita. Il tatuaggio utilizza la simbologia come elemento espressivo di purezza e libertà, ricca e provocatoria, liberandosi da quelle emarginazioni culturali in cui era rimasto per secoli imprigionato.

Tattoo come arte d’avanguardia e moderno elemento di moda, di seduzione femminile, gioiello unico e permanente inteso come una nuova e audace forma di creatività, elemento aggiuntivo di uno stile unico che utilizza il corpo come una tela pittorica limitata nella sua espressione dalla fine del tempo. L’esposizione è prodotta dalla società COR e si avvale della direzione artistica di Marco Manzo. Il percorso espositivo è stato suddiviso in otto sezioni che ripercorreranno al meglio la nascita del tatuaggio, il suo diffondersi nel corso dei secoli, fino ad arrivare ai giorni nostri, con la consacrazione nel mondo della moda e delle vignette. Non mancheranno le opere firmate dai grandi artisti tatuatori nazionali e internazionali, nonché dei focus speciali, uno dedicato al teschio, emblema del tattoo da moltissimo tempo, l’altro sugli stili e l’evoluzione del tatuaggio dall’antichità ai nostri tempi.

(news da ticketone)

notre dame biglietti 4Dopo quattro anni di assenza e a quattordici dal suo debutto al Gran Teatro di Roma, torna in scena Notre Dame de Paris, il musical firmato da Riccardo Cocciante e tratto dal classico di Victor Hugo. Nei panni di Esmeralda e Quasimodo ancora una volta Lola Ponce e Gio Di Tonno. Ma ci saranno anche Vittorio Matteucci, che interpreta Frollo; Leonardo di Minno, Clopin; Matteo Setti, Gringoire; Graziano Galatone, Febo e Tania Tuccinardi, che interpreta Fiordaliso.

Oltre due milioni di spettatori e mille rappresentazioni: sono solo alcuni dei numeri snocciolati dal produttore David Zard, nella conferenza stampa che ha visto esibirsi il cast accompagnato dal pianoforte di Cocciante.

Il pubblico attende con trepidazione il ritorno di Notre Dame de Paris perché una cosa è certa: la musica non è mai stata così spettacolare.

Sito ufficiale Notre Dame de Paris - Il musical

(news da ticketone)

Il genio di Leonardo da Vinci - Roma - Galleria Agostiniana

genio leonardo roma bigliettiSituato nel cuore della straordinaria città di Roma, a cinque minuti a piedi da Piazza di Spagna e da Villa Borghese. Il Museo Leonardo da Vinci si trova presso la Basilica di Santa Maria del Popolo, nella celeberrima e centralissima Piazza del Popolo.

Dando vita al genio di Leonardo da Vinci come inventore, artista, scienziato, anatomista, ingegnere e architetto, il museo rappresenta un’affascinante e stimolante esperienza che può essere vissuta da tutta la famiglia ed è perfetta per essere apprezzata da visitatori di tutte le età. Il museo Leonardo da Vinci presenta macchine interattive a grandezza naturale, realizzate da artigiani italiani direttamente dai codici di Leonardo, studi della sua più famosa arte rinascimentale, schizzi di anatomia e videoclip su L’Ultima Cena, su l’Uomo Vitruviano e sulla scultura equestre per gli Sforza.

(news da ticketone)

TOP